Match Fixing: Convenzione Macolin valido strumento contro le manipolazioni sportive

Che cos’è la Macolin Roadmap e come l’industria del gioco sta contrastando la manipolazione degli eventi sportivi.

La terza Conferenza internazionale sulla manipolazione dei concorsi sportivi, nota come la Convenzione di Macolin, tenutasi il 25 settembre scorso a Strasburgo, è stata organizzata nell’ambito delle attività programmate nella “Roadmap di Macolin 2018-2020” al fine di rafforzare la capacità degli Stati di rispondere alle sfide in materia di lotta alla manipolazione delle competizioni sportive.

Alla Conferenza hanno partecipato organi di rappresentanza del settore del gioco come World Lottery Association, Essa, European Lotteries e le autorità nazionali di regolamentazione insieme altri altri membri della piattaforma nazionale di Strasburgo.

L’evento ha rappresentato un passo importante nella Macolin Roadmap, per la quale l’obiettivo finale è l’entrata in vigore della convenzione di Macolin. Sono diversi i paesi che finora si sono impegnati in azioni sistematiche per far fronte alla manipolazione delle competizioni sportive; altri sono sempre più accompagnati nel rafforzamento dei quadri giuridici nazionali, nell’attuazione di piani d’azione nazionali e nella creazione di strutture e procedure di cooperazione giuridicamente valide, tra le quali rientrano le piattaforme nazionali. In tale contesto sarebbe opportuno rafforzare l’importanza della diversità degli attori che partecipano ai sistemi di cooperazione nel quadro della convenzione di Macolin.

Con i nostri membri in tutto il mondo che sono i tradizionali sostenitori dello sport, Glms, Wla e El sono stati sin dall’inizio molto favorevoli a questa Convenzione che avrà un ruolo vitale nell’eliminare questo fenomeno che mette a repentaglio la credibilità e il valore di ispirazione. La Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive costituisce in effetti lo strumento giuridico più elaborato contro il crescente fenomeno delle manipolazioni delle competizioni: a nome di El-Wla-Glms e dei suoi membri, sollecitiamo gli Stati a procedere con la sua ratifica e attuazione delle sue disposizioni“, hanno sottolineato il segretario generale di Glms – Global lottery monitoring system, Giancarlo Sergi, durante il suo intervento alla Conferenza.

Parlando anche ha in rappresentanza di European Lotteries Association (El) e World Lottery Association (Wla), Sergi ha invitato “gli Stati a istituire una piattaforma nazionale e ad adottare misure concrete contro le scommesse sportive illegali. Ringraziamo vivamente il Consiglio d’Europa per l’organizzazione di questa Conferenza e le lotterie rimarranno al suo fianco in tutti i suoi sforzi per promuovere Convenzione, in particolare attraverso il loro coinvolgimento nel progetto Kcoos+ – Keep crime out of sport“.

Siamo pienamente impegnati a continuare a lavorare con le autorità di regolamentazione, le piattaforme nazionali e gli enti sportivi per combattere il match fixing insieme”, ha dichiarato il rappresentante di ESSA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *